Sulla Gazzetta Ufficiale n. 123 del 28 maggio scorso è stato pubblicato il Decreto per la promozione dei sistemi di gestione ambientale nelle piccole e medie imprese.

Il decreto ministeriale fissa le modalità di accesso al contributo pubblico ed i termini per la presentazione delle domande da parte delle aziende che abbiano ottenuto la registrazione EMAS o la certificazione di conformità alla UNI EN ISO 14001. La procedura, una volta verificati i requisiti di legge, prevede che alle imprese (micro, piccole e medie, produttrici di beni o servizi) venga concesso un rimborso spese anche retroattivo.
Rispetto alla precedente disciplina, sono state ampliate le categorie economiche ammissibili alle agevolazioni.

I contributi - versati in conto capitale e fino a esaurimento dei fondi - sono di entità differenziata a seconda della tipologia di intervento effettuato dall'impresa e prevedono un massimo di spesa rimborsabile in termini percentuali.

Le tipologie di intervento ammesse ai contributi pubblici sono:
1.  verifica e registrazione dell'organizzazione ai sensi del regolamento EMAS;
2.  certificazione del Sistema di Gestione Ambientale ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 14001;
3.  verifica e registrazione EMAS di organizzazioni già certificate ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 14001.

Le spese ammissibili per l'erogazione del contributo pubblico sono quelle per consulenza qualificata, per l'ente di verifica e certificazione, per la realizzazione delle indagini finalizzate all'analisi ambientale iniziale, per la formazione specifica, per la comunicazione ambientale.

per maggiori informazioni contattateci al nostro indirizzo info@globalcertification.it