E' entrata in vigore il 7 aprile 2012 la Legge n° 35, sempre del 2012, recante "Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo".

Il provvedimento, pubblicato nel Suppl. Ordinario n. 69 alla Gazzetta Ufficiale del 6 aprile 2012 n° 82, prevede all'articolo 14, tra i criteri con cui la Pubblica Amministrazione semplificherà l'attività delle imprese, anche mediante riduzione o eliminazione di controlli, il possesso della certificazione per il sistema di gestione della qualità, rilasciata sotto accreditamento.

Tale semplificazione non si applicherà ai controlli in materia fiscale, finanziaria e di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, per i quali rimangono applicabili le leggi in materia.

All'articolo 14 Semplificazione dei controlli sulle imprese, comma 4. lettera f), la Legge reca:
f) razionalizzazione, anche mediante riduzione o eliminazione di controlli sulle imprese, tenendo conto del possesso di certificazione del sistema di gestione per la qualità ISO, o altra appropriata certificazione emessa, a fronte di norme armonizzate, da un organismo di certificazione accreditato da un ente di accreditamento designato da uno Stato membro dell'Unione europea ai sensi del Regolamento 2008/765/CE, o firmatario degli Accordi internazionali di mutuo riconoscimento (IAF MLA).

Ai sensi dello stesso articolo 14, comma 6. si applicano le esclusioni:
6. Le disposizioni del presente articolo non si applicano ai controlli in materia fiscale, finanziaria e di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro per i quali continuano a trovare applicazione le disposizioni previste dalle vigenti leggi in materia.